Category Archives: Populismo

Perché non possiamo non dirci populisti

di Carlo Formenti

populismo-populistiSul Nuovo Quotidiano di Lecce di domenica 23 aprile è uscita una doppia pagina dedicata al dibattito sul populismo che ospita due lunghe interviste: la prima a Marco Revelli, a partire dal suo ultimo saggio (“Populismo 2.0”, Einaudi), la seconda al sottoscritto, a partire da “La variante populista” (DeriveApprodi). Nelle risposte che diamo a Laura Presicce, che cura  entrambe le interviste, ci sono diversi punti di convergenza. Read more

Parma, VENERDì 3 FEBBRAIO 2017 – LA VARIANTE POPULISTA, LOTTA DI CLASSE NEL NEOLIBERALISMO

Organizzano ROSS@ Parma e Piattaforma Sociale Eurostop

VENERDì 3 FEBBRAIO 2017 
ORE 18.30
SALA SUPERIORE DELLA CORALE VERDI – VICOLO ASDENTE 9, PARMA

VariantePopulista“Perché trincerarsi a difesa della democrazia, se viviamo in un regime postdemocratico costruito da decenni di guerra civile contro il lavoro? Prendere atto della sconfitta del movimento operaio non basta: occorre ammettere che tutte le sinistre (moderate, radicali e antagoniste) ne sono corresponsabili.

Contro le ideologie partorite dalla «svolta linguistica» delle scienze sociali, che hanno sostituito la lotta per i diritti delle classi subordinate con l’impegno per i diritti individuali delle classi medie, occorre tornare alla parola «egemonia» di Antonio Gramsci. Dunque: occorre battersi per la sovranità popolare e nazionale contro le oligarchie transnazionali. E sconfiggere il populismo di destra con un nuovo populismo di sinistra” (dalla quarta di copertina)

UN ASSAGGIO «Capisco che è dura da digerire, ma è evidente che negli ultimi anni le sinistre (tutte!) hanno regalato ai populismi di destra la rappresentanza degli interessi delle classi inferiori accontentandosi di gestire interessi e diritti di individui e minoranze appartenenti alle classi medie colte, mentre solo i populismi di sinistra hanno cercato di raddrizzare il timone. Accettare la sfida del populismo significa comprendere che non è possibile opporsi al capitale globale senza lottare per la riconquista della sovranità popolare, la quale a sua volta comporta la riconquista della sovranità nazionale. Se a egemonizzare la lotta sarà il populismo di destra, assisteremo al trionfo di razzismo e xenofobia, se sarà invece quello di sinistra, potremmo assistere alla nascita di un’idea “postnazionalista” di nazione, intesa cioè come comunità di tutti quelli che lavorano e lottano in un determinato territorio.

Accettare tale punto di vista implica assumere un atteggiamento totalmente controcorrente rispetto a quello delle sinistre europeiste: difendere questa Europa oligarchica, ordoliberista e irriformabile significa scambiare il cosmopolitismo borghese per internazionalismo proletario. La lotta anticapitalista, nel nostro continente, passa inevitabilmente dalla lotta contro l’Europa».

http://www.eurostop.info

Populismo vs oligarchia: la lezione di Bernie Sanders

di Carlo Formenti*

Cassidy-Bernie-Sanders-Loud-and-Clear-1200Sulla doppia pagina di analisi e commenti del Corriere di sabato 4 giugno si fronteggiano due lunghi articoli che guardano in opposte direzioni, come gli occhi di uno strabico. A destra (collocazione non casuale: non per ragioni ideologiche ma perché, aprendo il giornale, lo sguardo del lettore tende spesso a pendere da quel lato, per cui è più facile che vi si piazzino articoli che rispecchiano il punto di vista della testata) troviamo un velenoso attacco di Goffredo Buccini al sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Lo si potrebbe definire un atto di “guerra preventiva”, nel senso che, paventando l’esordio di De Magistris sulla scena politica nazionale in veste di leader d’uno schieramento populista di sinistra radicale, il Corriere si porta avanti nel tentativo di screditare un possibile, fastidioso avversario per l’establishment.

Read more